(credit: Association Montessori Internationale)

MARIA MONTESSORI: “IL BAMBINO È LA SALVEZZA DELL’UMANITÀ”

Quaderno 4118

pag. 180 - 193

Anno 2022

Volume I

15 Gennaio 2022
Voiced by Amazon Polly

In occasione del Congresso internazionale per il 150° anniversario della nascita di Maria Montessori, papa Francesco ha definito questa pedagogista «una delle più eminenti figure della scena culturale del Novecento, che ha lasciato un segno profondo nell’ambito educativo e nell’intera società […] per la costruzione di un mondo più fraterno e pacifico. […] La significativa ricorrenza favorisca una generosa dedizione in favore delle nuove generazioni, per formare persone solidali, cittadini del mondo aperti al dialogo e all’accoglienza».

L’opera pedagogica della Montessori (1870-1952) si è diffusa in modo straordinario in tutto il mondo: oggi si contano 65.000 scuole in 145 Paesi, tra materne, elementari, medie e superiori. In Italia ve ne sono circa 200, negli Stati Uniti 4.400, in Germania 1.100, nel Regno Unito 800, in Irlanda 375, nel resto d’Europa 460. All’Association Montessori Internationale sono affiliate scuole della Mongolia, del Messico, della Colombia, ma anche della Bielorussia e del Pakistan. Ve ne sono anche in Africa, in Australia e in Nuova Zelanda.

A più di 150 anni dalla nascita, a che cosa è dovuto il successo della Montessori, tanto da proclamarla universalmente «la donna italiana più famosa nel mondo»?

Una pianta per me e una per Dio

La Montessori, nell’VIII Congresso Internazionale Montessori, svoltosi a San Remo nel 1949, raccontò una storia indiana: una pastorella aveva voluto arricchire il suo orto con due nuove piante, una per sé e una per Dio. Quest’ultima era la sua gioia: «La innaffiava premurosamente, la riparava dal sole, impediva che gli insetti le si avvicinassero. Trascurò la prima e l’affidò alle cure di altri. Contrariamente ad ogni sua previsione, la pianta dedicata a Dio morì, mentre l’altra si sviluppò rigogliosamente. Disperata, la pastorella si domandava perché. […] Le fu risposto: “Tu hai dato troppa acqua a questa pianta, hai voluto sottrarla al sole e agli insetti, ma la pianta aveva bisogno del sole per la sua clorofilla e degli insetti per crescere e riprodursi. Tu stessa con le tue cure l’hai distrutta”. Avviene la stessa cosa nel campo dell’educazione infantile…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4118
(al prezzo speciale di euro 4.50 invece che 9)

***

MARIA MONTESSORI: “THE CHILD IS THE SALVATION OF MANKIND”.

In this article, we recall the life and thought of Maria Montessori (1870-1952,) whose pedagogical work has spread throughout the world in an extraordinary way, where today there are 65,000 schools in 145 countries. What is the reason for the success of this pedagogue, so much so that she has become “the most famous Italian woman in the world?” The genius of her pedagogical method consists in enhancing the vital energies present in the child from birth. How does a child learn to speak and move on their own? It is the innate potential in them, the unsuspected energies that animate growth. The educator must know how to recognize and support them. For Montessori, the child is the salvation of humanity. In her pedagogy there is no lack of religious education, and a very strong hope that the child can foster the union of the entire human family.

Acquista il Quaderno