«LA SECONDA PORTA», DI RAUL MONTANARI

Quaderno 4083-4084

pag. 321 - 324

Anno 2020

Volume III

1 Agosto 2020
Voiced by Amazon Polly

Il contesto dell’articolo. La seconda porta è l’ultimo romanzo di Raul Montanari. 

Perché l’articolo è importante?

L’articolo sintetizza la trama del romanzo e ne sottolinea alcuni temi portanti. Il libro racconta l’incontro tra Milo Molteni, pubblicitario di successo impegnato in campagne sociali, uomo di mezza età e Adam, un ragazzo egiziano di diciassette anni, emigrato clandestinamente in Italia. La storia inizia con la morte improvvisa, per un banale incidente di avvelenamento da funghi, dei vicini di casa, gli anziani coniugi Mattei, che vivono nell’appartamento sopra quello di Milo, che fortuitamente nel giro di un paio di giorni ne diventa il nuovo proprietario. Poco tempo dopo, l’uomo scopre che qualcuno si è introdotto nell’appartamento vuoto, attraverso la porta di uno sgabuzzino che lo collega direttamente al locale della raccolta differenziata, che si trova al piano terra. È la seconda porta che dà il titolo al romanzo e dalla quale Adam entra nella vita di Milo; è anche quella metaforica dalla quale entrano la complessità della realtà e degli affetti. Il ragazzo rimarrà ospite da Milo solo per otto giorni, ma saranno decisivi per entrambi. Il ragazzo, che vive a Milano da più di un anno è in fuga.

L’articolo evidenzia poi come La seconda porta sia non solo e non tanto una storia di incontro con la realtà della emigrazione clandestina, quanto la vicenda di un uomo di mezza età che fa i conti con una paternità mancata. Vari sono i colpi di scena, che non vengono svelati dall’articolo.

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

  • Cosa comporta l’accoglienza dell’altro? E di fronte a quali imprevisti e movimenti, anche interiori, ci mette?

***

THE SECOND DOOR, BY RAUL MONTANARI

The second door is the latest novel by Raul Montanari. The book tells the story of Milo Molteni, a successful advertiser, known for his commitment to social campaigns. Into his life, a young 17-year-old Egyptian boy, called Adam, suddenly breaks in. Adam is on the run and Milo finds himself involved in the story of the young man, who confronts him with some unresolved issues in his life, for example the missed fatherhood, to the eve of the passage into “middle age”.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4083-4084.

Acquista il Quaderno