LA FAMIGLIA MANZONI

Quaderno 4105

pag. 38 - 46

Anno 2021

Volume III

3 Luglio 2021
Voiced by Amazon Polly

Duecento anni fa, nel 1821, Alessandro Manzoni scriveva i primi capitoli de I promessi sposi: una data fondamentale della letteratura italiana. Il romanzo apparve nel 1827, con il titolo Gli sposi promessi: l’edizione definitiva fu quella del 1840-42, con il titolo nuovo.

Già iniziano ad apparire i saggi per commemorare l’evento. I letterati ne parleranno accuratamente. Il Manzoni tuttavia è una figura poliedrica: egli non è solo autore e scrittore di un capolavoro, ma anche padre di una numerosa famiglia (nove figli), attraverso cui si esprime e si espande. Il suo ambiente familiare, solo parzialmente noto, è una realtà da cui I promessi sposi non prescindono. Di più: la vita familiare del Manzoni ne costituisce lo sfondo.

Natalia Ginzburg e il Manzoni

Gli studi sulla famiglia del Manzoni non sono molti e risalgono perlopiù all’Ottocento e al primo Novecento. Nel 1983 è apparso un pregevole lavoro di Natalia Ginzburg, che ha fatto storia sull’argomento. Di per sé la Ginzburg è scrittrice di romanzi, ma – come lei confessa nell’introduzione – si è interessata all’argomento e…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4105.

***

THE MANZONI FAMILY

The year 1821 represents a foundational date in Italian literature, for two hundred years ago Alessandro Manzoni began the writing of I promessi sposi (The Betrothed.) The author of a masterpiece, Manzoni is a multifaceted figure as he was also the father of a family of nine children. His family environment constitutes the background reality from which I promessi sposi inevitably arises. This is where Manzoni’s Christianity was born, as was his trust in Providence, and the poetry of grace. In addition, it gave birth, unpredictably, to a movement that would lead to a new and united Italy. After the uprisings of 1848, a group of university students acclaimed Manzoni because he had given impetus to the unification of Italy.

Acquista il Quaderno

Manzoni e la democrazia

ABSTRACT – Una vecchia rivista cattolica ce­lebrava la democrazia come realtà, forma e contenuto presente in tut­ta l’opera manzoniana. Ma che idea ebbe davvero Manzoni della democrazia e dei pericoli ai quali la vedeva esposta? In lui e nella sua...

«La Pentecoste»: un bicentenario manzoniano

Alessandro Manzoni cominciò a scrivere La Pentecoste il 21 giugno 1817, riprese l’inno due anni dopo e lo rifece dal 17 aprile del 1819 al 26 settembre del 1822. In questo stesso anno, il testo definitivo fu stampato a Milano...

MANZONI E IL GIANSENISMO

Nella vasta bibliografia critica su A. Manzoni è ancora aperto il dibattito sul preteso giansenismo di cui sarebbe impregnata la sua religiosità. L’articolo presenta le opinioni contrapposte di chi vede nella vita e nella dottrina del Manzoni venature o affinità...