Papa Francesco e l’imam al-Tayyeb (foto: Vatican Media)

IL NAZIONALISMO RELIGIOSO E LA “CULTURA DELL’INCONTRO” DI PAPA FRANCESCO

Quaderno 4142

pag. 117 - 127

Anno 2023

Volume I

21 Gennaio 2023
Voiced by Amazon Polly

Negli ultimi anni la religione si è fatta sempre più presente nei dibattiti della politica internazionale. Lo si deve al fatto che alcune comunità religiose sono parte attiva in conflitti che oggi occupano la scena internazionale.

I movimenti nazionalisti di ispirazione religiosa sono tra i fattori più pericolosi che oggi possono portare al conflitto. D’altra parte, le comunità religiose sono anche importanti attori della pace; e papa Francesco, in particolare, con le sue azioni e con i suoi insegnamenti ha dato un importante contributo religioso alla pace.

Questo articolo si propone di illustrare con svariati esempi come il nazionalismo religioso minacci la pace. Metterà poi in evidenza varie forme di resistenza basata sulla fede, che vengono opposte al nazionalismo religioso. In conclusione, rileverà come la «cultura dell’incontro» di papa Francesco possa costituire un valido rimedio al nazionalismo religioso, e quindi un grande aiuto a costruire la pace.

Nazionalismo religioso oggi: Russia e Stati Uniti

L’esempio contemporaneo più evidente del contributo religioso a un conflitto è la funesta guerra russa contro l’Ucraina che il presidente Vladimir Putin ha iniziato con il forte sostegno del patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa.

Le ostilità vengono condotte senza alcun riguardo per le norme etiche che governano i conflitti, o per le garanzie sancite dal diritto internazionale.

Dal punto di vista etico, le azioni della Russia stanno violando sia lo jus ad bellum sia lo jus in bello stabiliti dall’etica della guerra secondo la tradizione della guerra giusta.

Dal punto di vista legislativo, la Carta delle Nazioni Unite afferma che «i membri devono astenersi nelle loro relazioni internazionali dalla minaccia o dall’uso della forza contro l’integrità territoriale o l’indipendenza politica di qualsiasi Stato.

Inoltre, le Convenzioni di Ginevra, che disciplinano i mezzi consentiti in caso di conflitto, dichiarano che…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4142
al prezzo di euro 4.50 invece che 9.

Acquista il Quaderno