«FERMATE IL MONDO, VOGLIO SCENDERE!».

La scomparsa di Quino, il «papà» di Mafalda

Quaderno 4089

pag. 243 - 254

Anno 2020

Volume IV

7 Novembre 2020
Voiced by Amazon Polly

Il contesto dell’articolo. La scomparsa – il 30 settembre 2020 – di Joaquín Salvador Lavado Tejón, noto come Quino, il «papà» di Mafalda, ha portato alla luce un po’ ovunque l’immenso mondo delle strisce disegnate lungo cinquant’anni dall’artista argentino.

Perché l’articolo è importante?

L’articolo, tracciando un profilo del disegnatore scomparso, ripercorre la sua produzione e specialmente le tappe principali della storia complessa della bambina contestataria e mordace, soprattutto con i «grandi». E inizia da una famosa battuta attribuita a Mafalda: «Fermate il mondo, voglio scendere!», che poi in realtà non è sua, come ha rivelato lo stesso Quino nel 2012.

Mafalda può anche risultare antipatica, perché sempre pronta a «fare le bucce» ai discorsi degli adulti, alla cosiddetta «saggezza dei grandi», alla cultura dominante, eppure ha sempre ragione, e soprattutto fa sorridere, è spassosa e diverte. La sua critica non risparmia nessuno.

Mafalda e i suoi amici sono conosciuti in Europa, soprattutto per merito dell’Italia, dove appare per la prima volta nel 1968. L’anno seguente Bompiani pubblica Mafalda la contestataria, il primo libro di Quino che compare in Europa. Le strips sono precedute da un’introduzione redazionale non firma­ta, «Mafalda o del rifiuto», scritta da Umberto Eco, direttore della collana e grande ammiratore del personaggio, in cui la definisce «un eroe del nostro tempo».

Benché Quino dopo il 1977 non abbia più disegnato la bambina dai capelli corvini, il successo dell’enfant terrible è tuttora straordinario. C’è un’affermazione geniale di Gabriel García Márquez a proposito di Mafalda: «Quino ci sta dimostrando che i bambini sono i depositari della saggezza. Quello che è triste per il mondo è che man mano che crescono perdono l’uso della ragione».

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

  • In che modo Mafalda ha «attraversato» il Sessantotto ed è divenuta un simbolo degli anni Settanta?
  • Ha ragione Mafalda quando dice che al mondo «ci sono più problemologi che soluzionologi»?

***

“STOP THE WORLD, I WANT TO GET OFF!”. The disappearance of Quino, Mafalda’s “father”

The passing away of Quino, Mafalda’s “father”, has brought to light the immense world of his comic strips. Among these, there is a famous joke attributed to Mafalda: «Stop the world, I want to get off!» Well, the joke is not one of his own! And, Quino himself revealed it, not only denying its authorship, but adding that Mafalda loves the world, wants to improve it, and does not intend to abandon it at all. The character’s story is complex, so here we retrace the main stages. Mafalda and her friends are known throughout Europe, which is especially thanks to Italy. Although Quino did not draw the contestant and biting child after 1977, the success of the enfant terrible, who also undoes her parents, is still extraordinary.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4089.

Acquista il Quaderno