Chinese calligraphy (iStock.come/long8614)

«COME TESTE E ZAMPE DI MOSCHE»

我写蝇头君写爪

Quaderno 4091

pag. 498 - 499

Anno 2020

Volume IV

5 Dicembre 2020
Voiced by Amazon Polly

Uccelli invisibili s’insediano nei boschi

mentre sfumano i colori della sera;

calo le tende sulle ombre autunnali

della mia finestra che si annera.

Dico al ragazzo di spegnere il lume;

le mie pennellate non sono concluse;

aspetterò che la luce del mattino imbianchi

i fianchi orientali dei colli orientali.

Alla luce della lampada, le nostre lingue native,

una dell’Ovest e una dell’Est:

quando non capiamo, possiamo pur sempre

prendere il pennello e conversare così.

Le parole che scrivo e le tue,

come teste e zampe di mosche;

a leggerle in orizzontale o in verticale,

difficile districarsi!

 

Nel nono giorno del nono mese

dopo la pioggia

l’aria è scura e brumosa;

siedo nel mio studio, da solo,

raccolgo le ginocchia al petto e canto!

Qui non serve il mio cauto bastone

per aggiungere forza alle mie gambe:

in queste poesie scalo bei monti,

e mi godo l’impresa.

***

幽禽投林暮色空,

卷箔秋影暗窗中。

呼童吹灯皴未了,

候晓点缀东山东。

 

灯前乡语各西东,

未解还教笔可通。

我写蝇头君写爪,

横看直观更难穷。

 

重阳雨后气阴阴,

孤坐斋头抱膝吟。

短杖不须扶足力,

好山随兴去登临

Acquista il Quaderno