Ismael Quiles S.I.

ISMAEL QUILES E L’«IN-SISTENZA»

Quaderno 4059-4060

pag. 249 - 259

Anno 2019

Volume III

3 agosto 2019

Il contesto dell’articolo. Padre Ismael Quiles (1906-93) è stato una personalità straordinariamente viva e creativa. Di nazionalità spagnola, ma vissuto in Argentina sin dalla fine della sua formazione gesuitica, esercitò importanti responsabi­lità accademiche e istituzionali nella sua terra di adozione e percorse il mondo intero tenendo numerose conferenze, tra l’altro sulla spiri­tualità dell’Estremo Oriente. 

Perché l’articolo è importante?

Nell’articolo viene sintetizzato il percorso filosofico di Quiles e la sua evoluzione in tre tappe. La prima – la tappa razionale – porta fino alla lettura dell’esistenzialismo di Sartre che contesta Heidegger. Durante la seconda tappa, Quiles elabora la categoria dell’«in-sistenza», grazie alla quale riesce a superare l’esistenzialismo senza perdere il meglio del suo apporto alla cultura filosofica. La terza tappa è caratterizzata dalle spiritualità orientali.

Poi, l’articolo si concentra sulla parte più originale del pensiero di Quiles. In un libro del 1948 su Heidegger egli introduceva infatti la categoria dell’«in-sistenza». Heidegger intende l’«ex» dell’e­sistenza come un «salto» fuori di sé, nell’indeterminatezza. Per il professore di San Miguel, invece, «esaminando più in profondità la realtà, […] l’uomo è “gettato” in modo tale che per e-sistere, per stare nella verità dell’essere, non deve uscire fuori di sé, ma entrare il più possibile in se stesso… il vero “uscire fuori di sé”, la vera “e-stasi”, non è un “salto al di fuo­ri”, ma un “salto al di dentro”». La trascendenza della persona proviene dalla sua in-sistenza. Questa si trova al principio. Quiles ne intra­vede la possibilità in Agostino, nella sua affermazione che «Dio è più intimo a me di me stesso».

Un libro pubblicato nel 2010 mette poi in evidenza le conseguenze pratiche di questo aspetto originale dell’antropologia di Quiles. Il card. Jorge Bergoglio, oggi papa Francesco, ne ha scritto la Pre­fazione.

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

    •  Che cosa è la «in-sistenza» secondo Quiles?
    • In che modo Quiles ha influenzato p. Bergoglio, oggi papa Francesco, nella sua formazione?

***

ISMAEL QUILES AND “IN-SISTENCE”

Ismael Quiles (1906-93) was one of the most important philosophers in Argentina at the time when Jorge Bergoglio commenced his Jesuit training and dedicated his life to the Society of Jesus. One can recognize three stages in his philosophical research. The first – the rational stage – leads to the reading of Sartre’s existentialism, which challenges Heidegger. During the second stage, Quiles elaborated the philosophical category of “in-sistence”, thanks to which he managed to overcome existentialism without compromising his contribution to philosophical discourse. The third stage is characterized by oriental spirituality.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4059-4060.

Acquista il Quaderno