Nuclear warheads of a ballistic missile (iStock/Gerasimov174)

È TEMPO DI ABOLIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI

Quaderno 4064

pag. 156 - 162

Anno 2019

Volume IV

19 Ottobre 2019
Voiced by Amazon Polly

Il contesto dell’articolo. Giove­dì 8 agosto 2019 un missile sperimentale russo è esploso sul Mar Bianco al largo di Arcangelo, sulla costa nord-orientale della Russia. Poco dopo, fonti ufficiali locali hanno riferito livelli di radiazioni 16 volte superiori alla norma. Un evento che ha messo in luce i pericoli di una nuova corsa agli armamenti nucleari.

Perché l’articolo è importante?

L’articolo innanzi tutto espone il contesto della nuova possibile corsa agli armamenti nucleari, anche oltre i limiti della «semplice» deterrenza; in particolare, la emergente indisponibilità delle potenze nucleari a continuare sulla strada tracciata con i trattati internazionali di «non proliferazione», inaugurata da Reagan e Gorbaciov negli anni Ottanta del secolo scorso. Sull’altro versante, è bene sapere che la Conferenza Onu del 2017 sulla proibizione delle armi nucleari ha mostrato che c’è un consenso globale sulla loro abolizione tra gli Stati non nucleari.

Inoltre l’articolo ricorda lo sviluppo della dottrina della Chiesa cattolica sulle armi nucleari. Quello della loro abolizione (e distruzione) è stato l’obiettivo fin dall’Enciclica Pacem in terris di san Giovanni XXIII, nel 1963. Nel 2017, papa Francesco ha apertamente condannato la deterrenza, dichiarando, in riferi­mento alle armi nucleari, che «è da condannare con fermezza la minaccia del loro uso, nonché il loro stesso possesso». La prima cosa da fare è rendere consapevole di questo insegnamento tutta la Chiesa, dai vertici fino ai semplici fedeli.

Infine, alla luce di questa chiara posizione morale, si riflette sul possibile ruolo critico attivo della Chiesa di fronte a una crescente spaccatura tra gli Stati dotati di armi nucleari e quelli senza, e si illustrano una serie di azioni possibili, opportune e necessarie.

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

  • Quali sono i rischi concreti a breve termine connessi al progressivo abbandono da parte delle potenze nucleari dei trattati di non proliferazione nucleare?
  • Quale è la dottrina della Chiesa sulle armi nucleari?

***

IT IS TIME FOR THE ABOLITION OF NUCLEAR WEAPONS

The explosion of a Russian nuclear-powered missile at the beginning of August highlighted the dangers of a new nuclear arms race. Faced with a growing rift between nuclear-weapon and non-nuclear-weapon states, the Church will play a critical role as the debate on new nuclear weapons develops. The following interventions are called for with urgency: to make the teaching of the Church better known; to take diplomatic initiatives to make the Treaty on the Prohibition on Nuclear Weapons more effective; and, to mobilize lay groups and social action agencies of the Church to say “no” to nuclear war.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4064.

Acquista il Quaderno