(foto: Pime/Amazzonia2019.com)

A CENTO ANNI DALLA «MAXIMUM ILLUD»

Il percorso missiologico del Magistero cattolico

Quaderno 4068

pag. 541 - 555

Anno 2019

Volume IV

21 Dicembre 2019
Voiced by Amazon Polly

Il contesto dell’articolo. Per celebrare il centesimo anniversario della lettera apostolica Maximum illud di Benedetto XV, papa Francesco aveva indetto, per lo scorso ottobre 2019, un «Mese missionario straordinario».

Perché l’articolo è importante?

L’articolo prende spunto dall’iniziativa del Pontefice per ripercorrere storicamente il cammino missiologico che la Chie­sa cattolica ha compiuto dalla promulgazione della Maximum illud appunto, nel 1919, fino all’esortazione apostolica Evangelii gaudium, del 2013.

La Maximum illud affrontò temi che non erano mai stati trattati dai suoi predecessori e che avrebbero stabilito i princìpi guida per i successivi documenti missionari. Si tratta di un testo pieno di ottimismo in confronto alla visione del mondo e alla teologia contemporanee.

L’articolo individua i principali elementi di novità della Lettera apostolica di Benedetto XV: un nuovo atteggiamento riguardo alla necessità di avere e formare adeguatamente un clero locale; l’insistenza sulla formazione culturale e linguistica dei missionari; la condanna del nazionalismo e la volontà di spezzare il nesso tra le attività missionarie e il colonialismo politico.

Come ha constatato il card. Pietro Parolin, «la Lettera apostolica venne ignorata da alcuni, fu accolta da altri solo negli aspetti che riguardavano la cooperazione missionaria e rimase sostanzialmente incompresa da molti. E non c’è forse da stupirsi, visto che si trattava di un’autentica svolta storica».

L’articolo poi affronta lo sviluppo dello sguardo missionario della Chiesa, fino al Concilio Vaticano II e dopo la fine del Concilio, con una breve rassegna degli elementi più significativi dei documenti principali. Fino alla Evangelii gaudium, nella quale papa Francesco considera il rinnovamento di tutta la Chiesa in chiave missionaria. Soltanto se si verifica tale trasformazione, è assicurata la credibilità dell’annuncio cristiano.

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

  • Perché la Maximum illud di Benedetto XV segna un passaggio decisivo nella missiologia della Chiesa?
  • Su quali elementi missiologici insiste la Evangelii gaudium di papa Francesco?

***

A HUNDRED YEARS AFTER THE “MAXIMUM ILLUD”. The Missiological path of the Catholic Magisterium

In its historical approach, this article examines the missionary documents of the Catholic Church from the apostolic letter of Benedict XV Maximum illud (1919) to the present day. This presentation – especially following Pope Francis’ call for an “Extraordinary Missionary Month” (October, 2019) in honor of the centennial celebrations of Maximum Illud – offers an overview of how missionary documents have responded to the changing situations in which they have been published, while at the same time offering an image of the Church that is not only rooted in tradition, but also open to perspectives that are often thought-provoking.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4068.

Acquista il Quaderno