IStock.com/koyu

MUONI, FINCHÉ C’È ERRORE C’È SPERANZA?

Quaderno 4104

pag. 552 - 563

Anno 2021

Volume II

19 Giugno 2021
Voiced by Amazon Polly

«La fisica potrebbe essere vista come una partita a scacchi giocata dagli dèi, con noi che osserviamo i movimenti dei pezzi sulla scacchiera senza essere a conoscenza delle regole del gioco ma con l’ardente desiderio di scoprirle»: così affermava il grande fisico e genio statunitense Richard Feynman. A volte, prima si scopre una legge e poi se ne capiscono meglio i motivi più profondi. Però l’interessante risiede nelle situazioni in cui avviene quello che non ci si aspettava: come se – per restare nella metafora degli scacchi – si scoprisse un alfiere in una casella dal colore diverso rispetto a quella in cui si trovava a inizio partita. E allora si tratta di comprendere come e perché ciò sia avvenuto.

Le leggi della fisica, così come le conosciamo, sembrano essere sicure, rigide, esatte. Esse funzionano. Tuttavia un dettaglio può mostrare a un tratto che erano sbagliate, o non sufficientemente accurate, o incomplete. E proprio da questo «errore» nasce la ricerca ulteriore, per meglio comprendere le regole con cui gli dèi giocano a scacchi. Ma se nel gioco le strategie e gli schemi diventano via via più complicati, in fisica le cose sembrano seguire un percorso inverso: quando si scoprono nuove leggi o formalismi matematici, tutto tende a semplificarsi. L’innumerevole varietà dei fenomeni sembra ricomporsi in una visione più unitaria, e la descrizione del mondo risulta più semplice di quanto non apparisse all’inizio.

Una situazione del genere pare aver luogo grazie ai…

Per leggere l’articolo, acquista il quaderno 4104.

***

MUONS, AS LONG AS THERE IS AN “ERROR” THERE IS HOPE?

The result of the Muon g-2 experiment has excited physicists throughout the world. Perhaps it is a sign of a “new physics” that goes far beyond the established models. The article tries to explain what the “muon” is, what its “magnetic anomaly” is and what it is due to. Reality is not what it seems, but rather a sea of particles that briefly appear and disappear incessantly. Whether this is “new physics” or not, the behavior of the muon magnetic anomaly represents another step on the arduous path of knowledge towards the exciting unknown.

Acquista il Quaderno