VERSO UNA RIFORMA DEL SISTEMA MONETARIO?

Quaderno 3827

pag. 500

Anno 2009

Volume IV

Manca un coordinamento democratico globale tra le valute. Il dollaro statunitense gode di un quasi monopolio per i vantaggi che offre come mezzo di pagamento, unità di conto e riserva di valore internazionale. Ma le cause e gli effetti della grande recessione incrinano la fiducia nel biglietto verde. L’eccesso di riserve ufficiali in dollari, non soltanto in Cina, drena risorse per lo sviluppo mondiale. La necessaria riforma del «non-sistema» monetario internazionale e, nel breve termine, la rivalutazione graduale della valuta cinese accompagnerebbero l’auspicata stabilizzazione del sistema finanziario internazionale, una crescita della domanda globale, ma soprattutto una ridistribuzione mondiale più equa a vantaggio dei redditi da lavoro e dei consumi nei Paesi in via di sviluppo.

Acquista il Quaderno