LITURGIA PAPALE, RADIO E TELEVISIONE

Quaderno 3674

pag. 155

Anno 2003

Volume III

19 luglio 2003

Dalla nascita della Radio Vaticana (12 febbraio 1931) alla benedizione Urbi et orbi seguita da centinaia di milioni di radioascoltatori e telespettatori collegati in mondovisione con piazza San Pietro, sono stati fatti passi da gigante. Nel frattempo anche la liturgia papale si è evoluta liberandosi da incrostazioni dovute a usi medievali, per diventare più accessibile alla mentalità dell’uomo moderno. Il ruolo del radiocronista, del telecronista e del regista televisivo, non può non tener conto del lavoro di équipe svolto dall’Ufficio delle celebrazioni liturgiche del Sommo Pontefice per elaborare una vera e propria regia liturgica, messa a punto per ogni singolo evento, nello spirito di adattamento voluto dal Concilio Vaticano II.

Acquista il Quaderno