IL SIGNIFICATO DEL TURISMO

Quaderno 3890

pag. 121

Anno 2012

Volume III

Il modo di vivere le vacanze è cambiato: esse, dall’ozio della classe borghese, si sono trasformate nel riposo dei lavoratori; dalla villeggiatura della classe media, sono diventate la ricerca di esperienze forti che aiutino a dimenticare la quotidianità. Se l’industria italiana del turismo, in cui sono impiegati circa tre milioni di lavoratori, gode di buona salute, è anche vero che esso sta perdendo quella dimensione culturale legata alla spiritualità che permette di comprendere, fra l’altro, il significato della maggior parte delle opere d’arte del Paese. Una nuova consapevolezza internazionale, che la Chiesa accompagna con un particolare dicastero, sta educando il turista ad adottare comportamenti responsabili come l’uso equilibrato delle risorse (suolo, energia, acqua), il rispetto delle culture locali, la denuncia contro le forme di turismo che violano la legalità.

Acquista il Quaderno