Il dialogo tra padre Spadaro e Martin Scorsese: “Come l’arte ci aiuta tutti nei tempi del coronavirus”

Globalist · 16/07/2020

Due siciliani, padre Antonio Spadaro e Martin Scorsese, si ritrovano dopo essersi conosciuti nel 2016, a casa Scorsese, a New York: allora conversarono del film Silence. Oggi parlano di pandemia. C’è un pensiero di Francesco all’origine della scelta del direttore di La Civiltà Cattolica di cercare proprio questo interlocutore per parlare di Covid: “La vita non è qualcosa che ci scivola addosso, ma un mistero stupefacente, che in noi provoca la poesia.” L’arte è entrata non dalla porta di servizio nella produzione dall’inizio della pandemia della più importante pubblicazione dei gesuiti nella città del Papa. Basta vederne i fascicoli e le nuove newsletter per rendersene conto. Perché? […]

Leggi tutto su Globalist.

Correlati

L’asma e la grazia

 «La vita non è qualcosa che ci scivola addosso, ma un mistero stupefacente, che in noi provoca la poesia», ha detto papa Francesco in una recente udienza. E ha proseguito: «Quando a una persona manca quella dimensione poetica, diciamo,...