LUCI E OMBRE SULLA COP21

Quaderno 3976

pag. 363 - 372

Anno 2016

Volume I

27 febbraio 2016

La Conferenza di Parigi sul clima (Cop21), che si è svolta nel dicembre scorso e a cui hanno partecipato i rappresentanti di 195 Paesi, si è conclusa positivamente, con il successo del lungo lavoro organizzato dall’Onu sul futuro del clima. Tutti i Paesi hanno riconosciuto la necessità di agire contro il riscaldamento climatico.

L’accordo raggiunto non è vincolante, ma c’è l’obbligo per ogni Paese di presentare ogni 5 anni una proposta di riduzione delle proprie emissioni più stringente rispetto alla precedente. Uno dei criteri del vero cambiamento in un mondo liberale a livello globale è quello di sapere se in futuro si investirà nelle energie rinnovabili.

La società civile e i cristiani hanno un ruolo importante da svolgere in questo campo, soprattutto in termini di giustizia e di sobrietà.

Il clima, la Chiesa e la COP24 di Katowice

ABSTRACT – Dal 3 al 14 dicembre 2018 i governi di tutto il mondo si sono riuniti nella città polacca di Katowice in occasione della COP24, il vertice sul clima convocato per stabilire le modalità attuative dell’Accordo di Parigi 2015...

Religioni e impegno per il clima tra l'enciclica «Laudato Si’» e la conferenza di Parigi

Già prima dell’apertura della Conferenza di Parigi sul clima, altre voci religiose si sono unite a quella di Papa Francesco per chiedere un accordo internazionale giusto e vincolante sul controllo dei cambiamenti climatici. Non si era mai verificato, prima di...