unsplash.com@eduardo_cg

L’OCCIDENTE E LA RUSSIA: PERCHÉ NON CI SI CAPISCE?

Radici culturali di un confronto

Quaderno 4097

pag. 462 - 472

Anno 2021

Volume I

4 Marzo 2021
Voiced by Amazon Polly

Il contesto dell’articolo. Quello che sta accadendo oggi tra Occidente e Russia viene a volte definito come «nuova Guerra fredda». E questo sebbene, dopo la fine dell’Unione Sovietica, non solo l’élite filo-occidenta­le russa, ma anche la grande maggioranza della popolazione nutriva la speranza di diventare parte della comunità occidentale, o meglio, di diventare di nuovo parte dell’Europa.

Perché l’articolo è importante? 

L’articolo ricostruisce il processo storico e culturale che ha portato oggi al tentativo dell’élite russa di rafforzare i «valori tradizionali» della famiglia, della religione e del patriottismo, in modo da porsi come una sorta di contrappunto al moderno sistema di valori dell’Occidente. E ciò va preso in considerazione, se si vogliono capire le contraddizioni nella Russia stessa e nei suoi rapporti con l’Occidente. Una dialettica che ha anche una dimensione culturale, non solo politica e geostrategica.

Infatti, nota l’articolo, se si ammette che, almeno in parte, sia vero che l’emergere della postmodernità culturale sia legato al contrasto con il comunismo (Ritz), si può capire come tale postmodernità non abbia un fascino universale.

L’articolo ricorda i passaggi fondamentali del rapporto tra cultura europea e Russia. Sottolinea poi come la Russia sia stata oggetto di due pesanti processi di «decostruzione» culturale in un solo secolo (bolscevismo e perestroika). La conseguente esigenza di rivendicare oggi un «cam­mino speciale» della Russia mostra d’altra parte solo quanto fortemente il Paese abbia subìto, e continui a subire, l’influenza culturale dell’Occidente. E non si può negare che la Russia abbia molto in comune con l’Occidente: la crisi della famiglia, quella demografica, quella dei valori e quella della religione.

Quali sono le domande che l’articolo affronta?

  • È vero che è in corso una «nuova guerra fredda» tra Occidente e Russia? Quale ne è il motivo?
  • Come mai la Russia è considerata la forza trainante di alcuni movimenti, anche giovanili, in particolare dell’Europa orientale, spesso definiti «di destra»?

***

THE WEST AND RUSSIA: WHY DO WE NOT UNDERSTAND EACH OTHER? The cultural roots of confrontation

What is happening today between the West and Russia is sometimes referred to as a “new Cold War”. We are actually living through “an ice age”. What is the reason for this? Is it just a matter of interests and power claims or are there deeper problems? Do ideological oppositions play a role in this just like in “Cold War” times? The Russian elite’s attempt to strengthen the “traditional values” of family, religion and patriotism has made Russia stand as a kind of counterpoint to the modern value system of the West. In addition, this has to be taken into account if we are to understand the contradictions in Russia itself and in its relations with the West.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4097.

Acquista il Quaderno

Russia conservatrice

Il contesto dell’articolo. In Russia anche l’opposizione più accanita non proviene dall’area liberale, bensì da quella conservatrice, per la quale Putin è certamente migliore di Eltsin e dei suoi, pur restando troppo «filoccidentale» e troppo «pragmatico». Perché l’articolo è importante?...