«LA RUOTA DELLE MERAVIGLIE», UN FILM DI WOODY ALLEN

Quaderno 4027

pag. 83 - 87

Anno 2018

Volume II

7 aprile 2018

ABSTRACTLa ruota delle meraviglie, film realizzato dall’infaticabile Woody Allen, presenta una storia complicata, come lo è la situazione della famiglia arroccata ai piedi della ruota panoramica che domina il luna park di Coney Island. Due coniugi non più giovani, che hanno alle spalle, ciascuno per conto proprio, un passato burrascoso, vivono in uno stato di precario equilibrio. Ciascuno dei due nutre dei sogni che non si realizzeranno.

Ginny (Kate Winslet) è intrappolata in un matrimonio di convenienza e si porta dentro le cicatrici di un passato doloroso. Sognava di diventare un’attrice e ha finito con lo sposare un musicista, un bravo ragazzo che amava davvero e dal quale era amata, con il quale ha avuto un bambino. Ma la sua infedeltà ha distrutto il matrimonio. Poi è andata di male in peggio. Ha cominciato a bere e ha dovuto abbandonare la carriera artistica. Ginny è convinta di avere le doti necessarie per essere una brava attrice. In realtà, probabilmente, lei non è mai stata dotata di un vero talento.

Nel momento più difficile della sua vita, Ginny ha incontrato Humpty (Jim Belushi), un ometto basso e tarchiato. Manovra le giostre nel luna park. Vive nel dolore per la morte della moglie e per la fuga di sua figlia Carolina (Juno Temple), che è scappata di casa per sposare un malavitoso del posto. Anche Humpty ha fatto fatica a rimettersi in sesto dopo il doppio colpo subito. È un debole. Legato da un rapporto di dipendenza alle donne della sua vita, non riuscirebbe mai a cavarsela da solo. Sentendosi distrutto, è entrato nella spirale dell’alcol.

Quando la vita è amara, bastano a volte pochi sogni per addolcirla un po’. Anche le illusioni, assorbite in dosi omeopatiche, possono aiutare a tirare avanti; ma bisogna fare attenzione perché, se non sono controllate, esse rischiano di sovrapporsi alla realtà e, nei casi gravi, di prendere il suo posto. Il baratro è sempre aperto e basta un passo falso per cascarci dentro.

*******

«WONDER WHEEL», A FILM BY WOODY ALLEN

Wonder Wheel, a film by the indefatigable Woody Allen, presents a complicated story, as well as the situation of a family perched at the foot of the Ferris wheel overlooking the funfair of Coney Island. A couple past their prime, who each have their own troubled past behind them, live in a state of precarious balance. Each of them has dreams that will not come true. Illusions can bring some relief when one is suffering. Be careful, however, not to exchange illusions with reality. The chasm is always open and just a false step is sufficient to fall into it.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4027

Acquista il Quaderno