LA PREGHIERA «PER COLORO CHE GOVERNANO»

Quaderno 3675-3676

pag. 258

Anno 2003

Partendo dalla constatazione che raramente si prega in privato per i governanti e i politici in genere, l’articolo rileva che questo genere di invocazioni è invece presente nelle intercessioni della liturgia rinnovata. Non è del resto una novità, ma una realtà già presente, non solo nella tradizione giudaica e greco-romana, ma anche in quella apostolica e patristica, e ripresa negli antichi e nuovi testi liturgici, di cui si esaminano alcuni esempi significativi. Lo scopo a cui tendono queste preghiere è che l’autorità sia esercitata non come dominio ma come servizio. L’Autore è professore di Teologia dogmatica e patristica nella Sezione San Luigi della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (Napoli).

Acquista il Quaderno