ARRIVANO I «NUOVI PURITANI»

Quaderno 3616

pag. 377

Anno 2001

Volume I

Per una narrativa «casta» – Dopo tante etichette colorate e sperimentalismi di vario genere, in letteratura sembra tornare l’interesse per storie lineari, semplici e aliene da ogni genere di artificio retorico e formalistico. Una prova è data dal gruppo inglese dei Nuovi Puritani, che si è presentato di recente con un proprio Manifesto programmatico e una manciata di racconti. Il riferimento al «puritanesimo» non ha alcun significato di tipo morale: essi aspirano a una «castità» esclusivamente di carattere linguistico, grammaticale e narrativo. Nonostante certe loro superficialità e posizioni che possono lasciare lettori e critici fortemente perplessi, risulta utile, almeno qualche volta, sentirsi ripetere che una tra le cose che maggiormente conta in letteratura è raccontare storie.

Acquista il Quaderno