«ALTROVE È IL CANTO, ALTROVE È LA PAROLA»

L'ispirazione religiosa della poesia di Alda Merini

Quaderno 3704

pag. 119

Anno 2004

Volume IV

16 ottobre 2004

Il magmatico itinerario poetico di Alda Merini, una tra le maggiori scrittrici italiane viventi, si svolge tra passione erotica e tensione mistica, tra pentimento e adorazione, tra tormento ed estasi. Senza questi abissi, senza i lacci che la tendono tra basso e alto, tra il «qui» della carne e l’«altrove» dello spirito (e viceversa), la sua poesia non esisterebbe affatto. Essa dunque si fa carico di tensioni profondissime, avvertite a fior di pelle con una sensibilità accesa, fino a divenire una forza che lascia senza respiro.

L’articolo, cercando di cogliere i luoghi profondi della sua ispirazione, mostra come la poesia della Merini nasca naturaliter religiosa.

Acquista il Quaderno

UN RICORDO DI ALDA MERINI

Il 1° novembre scorso, all’età di 78 anni, si è spenta Alda Merini, una delle voci poetiche più significative della seconda metà del Novecento italiano. Il suo itinerario letterario vive tra passione amorosa e tensione mistica, tra pentimento e adorazione,...