IL FRONTE BELLICO DEL MALI

Quaderno 3905

pag. 505

Anno 2013

Volume I

In Mali si è aperto un nuovo campo di battaglia internazionale. Dopo l’intervento armato francese iniziato lo scorso 11 gennaio per riprendere il controllo del Nord e difenderne la sicurezza, si teme, come in Afghanistan, un nuovo «pantano militare», che è già stato definito «Afrighanistan» o «Sahelistan». Ma la sfida di questo Paese è la riconciliazione nazionale, la protezione dei civili (in particolare degli sfollati, dei profughi e delle minoranze etniche), la promozione dei diritti umani e di uno sviluppo sostenibile. La militarizzazione per garantire la sicurezza dalle violenze è fondamentale. Ma in Mali ci vorranno anni sia per costruire uno Stato di diritto, oltre che valide Forze armate, sia per ristabilire la pace.

Acquista il Quaderno