ANALOGIE INSOSPETTATE TRA DIRITTO E ARTE

Quaderno 3835

pag. 23

Anno 2010

Volume II

L’articolo rileva alcuni aspetti comuni tra diritto e arte. Il diritto non è la semplice applicazione di una regola astratta a una situazione particolare, ma impone la ricerca della soluzione adatta al caso singolo; come ogni sentenza giuridica, anche ogni opera d’arte è unica e irrepetibile. Inoltre diritto e arte sono rappresentazioni dell’esistenza umana. Infine il diritto è in relazione con altri saperi — economia, morale, religione —, con i quali c’è un’influenza reciproca: è «simbolico» un segno di riconoscimento di valori condivisi; anche l’arte ha un valore simbolico, in quanto rappresentazione di un mondo nascosto che accomuna. L’Autore insegna Filosofia del diritto alla Pontificia Università Gregoriana (Roma).

Acquista il Quaderno