SIMBOLI RELIGIOSI NEI PRIMI LUNGOMETRAGGI DI ROSSELLINI

Quaderno 3774

pag. 509

Anno 2007

Volume III

15 Settembre 2007

Riproposti in Dvd, i primi lungometraggi di Roberto Rossellini (La nave bianca, 1941; Un pilota ritorna, 1942; L’uomo dalla croce, 1943) narrano vicende di guerra viste in maniera antiretorica. Il conflitto, che si fa di anno in anno sempre più minaccioso, si lascia alle spalle i toni dell’avventura a lieto fine, che caratterizzano il primo film, per assumere nel secondo e nel terzo quelli del dramma e della tragedia. La rubrica sottolinea la presenza in questi film di elementi che derivano dalla simbologia religiosa: gli stessi che confluiranno successivamente in Roma città aperta (1945).

Acquista il Quaderno

Roberto Rossellini a quarant’anni dalla morte

Renzo Rossellini, figlio di Roberto, mi chiede di dirgli come e quando sono entrato in contatto con suo padre. Nella seconda metà degli anni Sessanta del secolo passato ero un gesuita in formazione. Vivevo nello Scolasticato del Gesù e frequentavo...