PIETRO FAVRE, IL PELLEGRINO

Quaderno 3922

pag. 371

Anno 2013

Volume IV

16 Novembre 2013
Voiced by Amazon Polly

Nella sua intervista al nostro Direttore, Papa Francesco ha indicato in Pietro Favre (1506-46) la sua figura preferita di gesuita. Questi, originario della Savoia, fu il primo compagno di sant’Ignazio di Loyola e il primo sacerdote della Compagnia di Gesù: fu lui a introdurre nell’ambiente universitario Ignazio, il quale a sua volta lo formò con gli Esercizi spirituali. Uomo di carattere riservato e sensibile, dal cuore tenero e dallo spirito acuto, si vide implicato nelle controversie della Riforma: fu inviato dal Papa Paolo III in Germania per partecipare ai Colloqui di Worms e di Ratisbona con i protestanti. Come testimonia il suo Memoriale, era dotato di una particolare attenzione alle mozioni dello Spirito. In questo scritto si vuole presentare una visione della spiritualità e del cammino vitale del «pellegrino savoiardo». Pio IX lo dichiarò beato il 5 settembre 1872, ed è in corso il processo di canonizzazione.

Acquista il Quaderno