foto: Unsplash/Rob Bye

GERUSALEMME E LA CHIESA CATTOLICA

Quaderno 4021

pag. 10 - 23

Anno 2018

Volume I

6 gennaio 2018

ABSTRACT – Qual è la posizione della Santa Sede su Gerusalemme, e come si è sviluppata nel corso degli ultimi 100 anni?

Per gli ebrei, i cristiani e i musulmani, Gerusalemme è qualcosa di più che una mera connotazione geografica o una realtà socio politica. Essa è uno spazio sacro, dove la rivelazione di Dio da parte di Dio stesso si è sviluppata nel corso delle generazioni. Nel corso della storia, cristiani, musulmani ed ebrei si sono tutti avvicendati nel controllo della città, eppure la vocazione di Gerusalemme in quanto «città di pace» deve ancora tradursi in realtà.

Nel secolo scorso, per la Chiesa, sono rimasti costanti due problemi fondamentali: la protezione dei Luoghi Santi cristiani e il libero accesso a essi; il benessere delle comunità cristiane di Gerusalemme. Ad essi, in tempi recenti, si sono aggiunte due preoccupazioni: la promozione della giustizia e della pace e la crescita del dialogo interreligioso.

La Santa Sede continua a lavorare instancabilmente per promuovere la sua visione di Gerusalemme come città di pace e luogo dove ebrei, musulmani e cristiani possano vivere insieme ed essere testimoni di un Dio che ama tutti. In questa prospettiva, possiamo ravvisare due diverse proposte per Gerusalemme: 1) la città come un corpus separatum, proposta inserita nella Risoluzione 303 delle Nazioni Unite del dicembre 1949; 2) la città dotata di «statuto speciale internazionalmente garantito», proposta maturata dopo la guerra del 1967 e la conquista di Gerusalemme est da parte degli israeliani, allo scopo di proteggere i Luoghi Santi dal conflitto in corso.

Dopo il Concilio Vaticano II emergono altri piccoli cambiamenti nel discorso cattolico riguardo a Gerusalemme. In particolare, un elemento emerso più di recente nella posizione della Santa Sede è quello di incoraggiare trattative dirette tra israeliani e palestinesi per decidere il destino territoriale di Gerusalemme, senza cessare in alcun modo di insistere sulla necessità di garanzie internazionali per la sicurezza e il benessere sia dei Luoghi Santi sia delle comunità che rendevano culto in essi.

Purtroppo le trattative non hanno ancora portato a una pace duratura, e Gerusalemme resta tuttora un’arena del conflitto in corso. La Santa Sede insiste nella propria neutralità riguardo alle rivendicazioni territoriali, con disappunto dei palestinesi, e nel proprio rigoroso rispetto delle definizioni del diritto internazionale e delle risoluzioni delle Nazioni Unite, con disappunto degli israeliani. Considera proprio il ruolo di preservare la dimensione di Gerusalemme come Città santa, dove convergono tre religioni e dove ha le sue origini il cristianesimo: una dimensione troppo spesso messa ai margini nel conflitto nazionale tra israeliani e palestinesi.

*******

JERUSALEM AND THE CATHOLIC CHURCH

The article aims to illustrate the position of the Holy See on Jerusalem, and how it has developed over the last hundred years. During the last century two fundamental problems have remained constant: the protection of Holy Christian places and the free access to them; the well-being of Jerusalem’s Christian communities. In recent times, two concerns have been added to these mentioned: the promotion of justice and peace and the growth of interreligious dialogue. The Holy See continues to work tirelessly to promote its vision of Jerusalem as a city of peace and a place where Jews, Muslims and Christians can live together and be witnesses to a God who loves everyone.

Per leggere l’articolo integrale, acquista il quaderno 4021.

Acquista il Quaderno

Gerusalemme città sacra e città aperta

ABSTRACT – La storia degli ultimi decenni dimostra come il problema di Gerusalemme e quello riguardante la soluzione del conflitto israelo-palestinese siano strettamente legati tra loro e interdipendenti. Il 14 maggio di quest’anno Donald Trump – a seguito della sua...

La questione di Gerusalemme capitale

ABSTRACT – La decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele – pur ribadendo l’impegno degli Stati Uniti a favore della soluzione dei due Stati e dei negoziati tra le parti che dovrebbero decidere sulla questione dei...