Rassegna Stampa

Reset · 18/01/2019

Civiltà Cattolica e un ceto politico popolare, non populista

Sia chi pensa a un nuovo partito cattolico sia chi lo teme farà bene a leggere il nuovo numero di La Civiltà Cattolica, dove un articolo molto accurato sembra fornire risposte chiare. “In un tempo politico in cui l’arroganza del potere sfida i diritti e i doveri riconosciuti dalla legge, l’esperienza politica di 100 anni  … Read more

Formiche · 18/01/2019

Antidoto al populismo e arte della mediazione. Il popolarismo sturziano secondo padre Occhetta

“In un tempo politico in cui l’arroganza del potere sfida i diritti e i doveri riconosciuti dalla legge, l’esperienza politica di cento anni fa permette al mondo cattolico di ritrovarsi ‘in questa grave ora’ per essere «uniti insieme» come voce dei deboli, garante dei diritti, alternativa alla società dei consumi e protagonista di un ‘umanesimo  … Read more

Avvenire · 08/01/2019

Dare orizzonte concreto a quelle «sette parole»

Avvenire pubblica questa mattina una lettera del presidente della Federazione nazionale della stampa italiana (FNSI), Giuseppe Giulietti, che commenta “il Punto” del nostro direttore nell’ultimo numero di Civiltà Cattolica. Caro direttore, padre Antonio Spadaro, direttore di ‘Civiltà Cattolica’, ci ha invitato a riflettere, con un saggio pubblicato dalla rivista e anticipato da Avvenire, sulle parole-guida che possano  … Read more

Il Foglio · 05/01/2019

Reagire ai fondamentalisti che in politica diffondono la paura del caos

Tornare a essere popolari. Sette parole per il 2019. Si intitola così il “punto” politico che il direttore della Civiltà Cattolica, padre Antonio Spadaro, ha firmato sull’ultimo numero della storica rivista dei gesuiti. Sette parole (paura, ordine, migrazioni, popolo, democrazia, partecipazione, lavoro) che fanno da cardine alla necessaria “reazione” in “questo tempo di cambiamenti e  … Read more

Vatican Insider · 04/01/2019

Progetto “Trisulti”, un segno negativo per l’Europa cristiana

[…] In fondo ciò che il progetto “Trisulti” propone e che trova consenso in Nordamerica ed in Europa è la divisione degli uomini in “privilegiati, predestinati, perfetti, fedeli, salvati”, e in “rifiutati, scartati, imperfetti, infedeli, dannati”: la visione della salvezza e della grazia come “potere” e “superiorità” rispetto agli altri che sono “inferiori” e “sottomessi”. La  … Read more

Prima Comunicazione · 04/01/2019

Le 7 parole di Antonio Spadaro per tornare popolari nel 2019: il disagio si esprime sulla Rete

Paura, ordine, migrazioni, popolo, democrazia, partecipazione, lavoro. Sono le “sette parole” sulle quali padre Antonio Spadaro, direttore de La Civiltà Cattolica invita a riflettere per “tornare ad essere popolari” in questo tempo di cambiamenti e conflitti “che ci sfidano” e di fronte ai quali occorre “riconnettersi con la società civile” e con i “ceti popolari” per “ricostruire la  … Read more

Formiche · 03/01/2019

Torniamo a essere popolari. La ricetta di Spadaro per reagire alle paure

“Viviamo in una realtà mobile alla quale cerchiamo di adattarci come le alghe si piegano sotto la spinta del mare”. Comincia con questa citazione del Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa l’articolo che padre Antonio Spadaro, direttore de La Civiltà Cattolica, pubblica sul nuovo numero della sua rivista, anticipato da Avvenire, insieme a un saggio sul Global Compact di Michael Gallagher. E alle alghe  … Read more

Formiche · 31/12/2018

C come Cile e Cina. La cifra del 2018 di papa Francesco

[…] Il 2018 di papa Francesco è stato un anno molto difficile proprio per questo, perché le resistenze ad ammettere che il problema è l’abuso di potere e che la soluzione sta nel riconoscimento che la Chiesa è fatta da tutti i suoi figli. Io credo che solo riconoscerlo consentirebbe di recidere il filo di imbarazzo  … Read more

Formiche · 25/12/2018

La tutela dei minori è il senso di questo Natale. La storia di Emran

C’è qualcosa di straordinario nella testimonianza di Emran, naufrago quattordicenne che ha raccontato del suo compagno di disgrazia in Libia: “In Libia mi hanno imprigionato, con me c’era un giovane somalo, era pelle e ossa, volevamo dargli da mangiare ma ce lo hanno impedito. È morto due giorni dopo”. Il suo racconto è emerso mentre  … Read more

1 27