LE CONSIDERAZIONI DEL GOVERNATORE DELLA BANCA D’ITALIA

Quaderno 3888

pag. 599

Anno 2012

Volume II

Lo scorso 31 maggio il nuovo governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, ha letto le attese considerazioni sulla situazione dell’economia italiana ed europea e sull’attività della Banca. All’inizio ha messo in rilievo il contributo positivo all’opera dell’Istituto di emissione dato da chi lo ha preceduto, Mario Draghi. In Italia la produzione industriale, che aveva a stento recuperato nel secondo semestre dello scorso anno meno della metà dei 25 punti percentuali persi nella recessione del 2009, è da allora caduta del 5%. Citando Padoa-Schioppa, il Governatore ha ricordato che «l’insidia è di credere che l’Europa unita sia ormai cosa fatta».

Acquista il Quaderno