IL MAGHREB TRA ISLAMISMO JIHADISTA E ISLÀM TRADIZIONALE

Quaderno 3769

pag. 12

Anno 2007

Volume III

6 luglio 2007

L’islàm praticato nei Paesi del Maghreb (Algeria, Marocco, Tunisia) ha connotazioni particolari. Questi Paesi, sebbene omogenei dal punto di vista sociale, culturale e religioso, vivono il cosiddetto fenomeno islamico o «islamista» in modo differente. Anzi, schematizzando, possiamo parlare di tre modelli diversi di islàm politico: quello algerino, militante e di matrice jihadista; quello marocchino, tradizionalista e sottoposto all’autorità di una monarchia che si definisce in termini religiosi; quello tunisino, anch’esso moderato, ma soggetto a un ampio controllo da parte dell’autorità pubblica, la quale peraltro si definisce laica. Nel testo questi modelli sono posti a confronto e analizzati dal punto di vista storico-politico.

Acquista il Quaderno