IL DESTINO FINALE DELL’UNIVERSO

Quaderno 3633

pag. 213

Anno 2001

Volume IV

L’articolo affronta, alla luce della Rivelazione, il tema della fine dell’universo materiale. Si esaminano testi che sembrano affermarne la partecipazione alla redenzione di Cristo (interpretazione cosmologica) e altri che sembrano riferire la restaurazione finale alla sola umanità (interpretazione antropologica). Nel Nuovo Testamento, e in particolare in san Paolo, il termine ktisis (creazione) si riferisce alle creature umane, e anche il neutro panta (tutte le cose) equivale a «tutti gli esseri umani». Tuttavia il destino dell’universo materiale sarà in qualche modo implicato nel rinnovamento finale dell’umanità in Cristo risorto. L’Autore è professore emerito di Teologia dogmatica all’Università Gregoriana di Roma.

Acquista il Quaderno