DIRITTI UMANI E LIBERTÀ RELIGIOSA IN TURKMENISTAN

Quaderno 3694

pag. 373

Anno 2004

Volume II

Il 21 ottobre 2003, in Turkmenistan è entrata in vigore la nuova legge sulla libertà religiosa. Successivamente (11 marzo 2004), la nuova legge è stata emendata in uno dei punti più controversi: quello della registrazione delle organizzazioni religiose. Ora, possono registrarsi anche gruppi religiosi più piccoli, composti da 5 a 50 membri. La nuova legge, pur con molti aspetti positivi da non sottovalutare, non offre ancora una normativa adeguata a riconoscere la libertà religiosa di ogni singola persona: per esempio, è ancora annoverata tra i reati penali l’attività religiosa di un cittadino turkmeno che non sia membro di un’organizzazione o di un gruppo religioso registrato.

Acquista il Quaderno