CORRADO ALVARO TRA POESIA E TESTIMONIANZA

Quaderno 3738

pag. 548

Anno 2006

Volume I

A cinquant’anni dalla scomparsa di Corrado Alvaro (1895-1956) ricordiamo la sua opera di scrittore e di testimone di un periodo storico denso di eventi drammatici. Come scrittore ha lasciato un’opera poliedrica e sincera, ricca di vita e di pensiero, a cavallo tra il verismo e l’allucinazione, fasciata di lirismo e vivificata da una forte istanza etica. Del suo tempo ha testimoniato lo smarrimento e i cedimenti, ma anche l’ansia di superare gli ostacoli in vista di una società migliore. Alla base della sua vasta opera c’è la ricerca del significato della vita e la preoccupazione di affrontare le domande di fondo.

Acquista il Quaderno