A 150 ANNI DALL’«ORIGINE DELLE SPECIE» DI DARWIN

Quaderno 3808

pag. 349

Anno 2009

Volume I

Viene affrontato il tema dell’origine biologica dell’Homo sapiens. Accurati lavori di grandi scienziati hanno condotto alla conclusione che l’antenato comune dell’uomo anatomicamente moderno visse in Africa entro gli ultimi 200.000 anni, e che dalla sua migrazione fuori dell’Africa discesero tutte le popolazioni umane attuali dell’Eurasia. Tutta la struttura biologica di questo Homo sapiens è un evidente capolavoro — è sufficiente ricordare le meravigliose strutture del cervello — intrinsecamente associato a una componente non più di ordine materiale, ma strettamente spirituale: lo «spirito» o «anima». Anima che esercita la funzione «mente», radice comune delle due facoltà «intelletto» e «volontà».

Acquista il Quaderno