Il tempo del sinodo ormai è maturato. Le parole di Bergoglio sull’Italia

Formiche · 30/01/2021

Nel contesto di un grande discorso che ha ricordato a tutti, dalle Americhe all’Africa fino all’Europa, che chi non accetta il Concilio Vaticano II è fuori dalla Chiesa, Bergoglio ha pronunciato poche ma decisive parole sull’Italia: “Dopo cinque anni, la Chiesa italiana deve tornare al Convengo di Firenze, e deve incominciare un processo di Sinodo nazionale, comunità per comunità, diocesi per diocesi […]. Nel Convegno di Firenze c’è proprio l’intuizione della strada da fare in questo Sinodo. Adesso, riprenderlo: è il momento. E incominciare a camminare”. Chiesa in uscita, ovviamente, è Chiesa in cammino, come il popolo fedele di Dio in cammino. […] Pochi vescovi hanno parlato di sinodo italiano, nonostante la chiara sollecitazione di Francesco del 2015, ribadita nel 2019. Ma che prospettiva è quella sinodale? Lo ha spiegato ancora nel 2019 il direttore de La Civiltà CattolicaAntonio Spadaro, partendo da Don Sturzo, dal ruolo dei laici e dall’idea che una nazione non sia un museo, ma un’opera collettiva che, come spiegato da Francesco, richiede di mettere in comune le differenze […].

Leggi tutto su Formiche.

Correlati

Quando la Chiesa italiana ebbe il coraggio di osare

Dal 30 ottobre al 4 novembre 1976 si è tenuto a Roma il primo grande Convegno nazionale della Chiesa italiana, sul tema «Evangelizzazione e promozione umana». Lo scopo di quel «convenire» era di verificare in che misura il Concilio Vaticano...

Un «probabile Sinodo» della Chiesa italiana?

Quarantatré anni fa si è tenuto a Roma il primo grande Convegno nazionale della Chiesa italiana sul tema «Evangelizzazione e promozione umana», allo scopo di verificare in che misura il Concilio Vaticano II, a 10 anni dalla conclusione, fosse stato...

I cristiani che fanno l’Italia

Che posto ha il discepolato cristiano nel­la moderna società democratica? Come possono i cristiani contribuire a una sana democrazia e a un governo vera­mente popolare della nostra Italia? Per affrontare queste domande si è sviluppato un interessante dibattito sull’eredità di...