L’ONNISCIENZA DI DIO SI OPPONE ALLA LIBERTÀ DELL’UOMO?

Quaderno 3745

pag. 7

Anno 2006

Volume III

L’articolo commenta alcuni interventi sul tema della relazione tra l’onniscienza divina e il libero arbitrio umano. Sembra infatti che l’uomo sia predeterminato a compiere certe scelte se Dio le ha conosciute in anticipo dall’eternità. Il problema diventa più acuto se si introducono nel discorso il male e il peccato. L’articolo presenta una possibile pista che non risolve certo l’antico spinoso problema, ma mostra la possibilità che coesistano senza contraddizione i due termini della relazione. Comunque, quando si tratta del male e delle sue forme sul piano intellettuale, il pensiero cristiano non ha mai taciuto che la risposta vera si trova soltanto nella fede.

Acquista il Quaderno