LA SITUAZIONE SOCIALE ITALIANA. IL 38° RAPPORTO CENSIS

Quaderno 3709

pag. 70

Anno 2005

Volume I

Il Rapporto quest’anno ha scelto un atteggiamento di «assestamento» come caratteristica della società italiana oggi. Esso, fra l’altro, riguarda fenomeni, come il sommerso, fino a ieri considerati devianti, ma che oggi costituiscono il panorama «normale» della società, che li sta «metabolizzando». È presente inoltre la paura di diventare poveri, avvertita maggiormente che non l’impoverimento reale, poiché è presente un disagio diffuso delle famiglie a reddito fisso, che sentono più pesantemente l’insostenibilità della crescita del costo della vita. Fra i tanti settori esaminati dal CENSIS, la cronaca si sofferma su quello della sicurezza e della legalità. Essi, nell’immaginario comune, sono uniti alla paura che anche l’Italia possa diventare oggetto di attacchi terroristici da parte di gruppi di matrice estremistica islamica. Infine viene segnalata la mancanza di una legge che vada incontro alle esigenze delle vittime dei reati, come auspica una Decisione europea del 2001.

Acquista il Quaderno