A. GLUCKSMANN: NICHILISMO E TERRORISMO

Quaderno 3736

pag. 344

Anno 2006

Volume I

L’articolo presenta e critica il pensiero di André Glucksmann sulla relazione diretta che intercorre tra le varie forme di nichilismo e la pratica della violenza che raggiunge il suo acme nel terrorismo politico. Va ricordato poi che nell’attuale età della tecnica è stato abolito lo scenario umanistico: la tecnica non parla più di verità, salvezza, redenzione, scopo, etica; essa semplicemente «funziona». In tal modo il nichilismo corrode ogni certezza e spiana la via a un tipo di uomo aperto a qualsiasi terribile uso della vita. Se il nichilista è per definizione colui che si autentica mediante il suo atto omicida, ne segue che egli ha una personalità centrata su se stessa. In essa è presente una energia più temibile oggi che la globalizzazione unifica il mondo e mescola le classi sociali nei singoli Paesi e i diversi Paesi tra loro.

Acquista il Quaderno