Il lockdown dovuto al coronavirus ha rivelato “un certo analfabetismo spirituale”, dice un vescovo

Aleteia · 19/10/2020

“Analfabetismo spirituale”, “clericalismo”, “fede immatura”. Il vescovo Mario Grech, nuovo Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, è piuttosto critico nei confronti dell’atteggiamento di molti cattolici durante la crisi provocata dal Covid-19, come emerge da una lunga intervista rilasciata a La Civiltà Cattolica pubblicata il 14 ottobre. A suo avviso, la Chiesa deve imparare le lezioni dell’isolamento sfidando i suoi “modelli pastorali” e riabilitando la “Chiesa domestica”. […]

Leggi tutto su Aleteia.

Correlati

La Chiesa sulla frontiera

Mons. Mario Grech è il nuovo Segretario generale del Sinodo dei Vescovi. Maltese, nato nel 1957, è stato nominato vescovo di Gozo nel 2005 da Benedetto XVI. Dal 2013 al 2016 è stato presidente della Conferenza episcopale di Malta. Il...