Se i quanti gettano luce sulla teologia

Avvenire · 04/03/2021

Quello del dialogo e del confronto fra scienza e fede, o meglio, fra scienza e metafisica, è ormai considerato dalla grande maggioranza della comunità scientifica non più un problema ma una vera e propria opportunità di fronte alla sempre più evidente incapacità dell’uomo di fornire risposta agli infiniti perché che pone l’Universo. Come contributo al dibattito anticipiamo un estratto del saggio dell’astrofisico gesuita Paolo Beltrame, Forse Dio gioca a dadi?, su fede e meccanica quantistica, che sarà sul numero in uscita di “Civiltà Cattolica”.

Leggi lo stralcio dell’articolo pubblicato da Avvenire.

🎈 Per leggere l’articolo integrale, gratuitamente, iscriviti alle nostre newsletter.

Correlati

Forse Dio gioca a dadi?

Il contesto dell’articolo. La meccanica quantistica, pur costituendo la migliore e più accurata descrizione del mondo fisico, è una finestra su una realtà per certi versi sconcertante, che si fonda sulla casualità e sull’indeterminazione, che sono al centro stesso delle...