ITALIA, EUROPA, ECONOMIA E BANCHE

Recensioni - Filippo Cucuccio

4 settembre 2018

CARLO AZEGLIO CIAMPI
Italia, Europa, economia e banche
Bari, Laterza, 2018, 220, € 22,00.

In questo libro, curato da Federico Pascucci, sono raccolti gli interventi tenuti da Carlo Azeglio Ciampi in occasione della periodica Assemblea annuale dell’Associazione bancaria italiana (Abi), sia nella sua qualità di governatore della Banca d’Italia nel decennio 1981- 91, sia in quella di ministro del Tesoro negli anni 1996-98. Vengono presentati i documenti che hanno un grande valore storico e mettono bene in luce le capacità tecniche e la lungimiranza politica di un personaggio che sarebbe diventato Presidente della Repubblica nel settennato 1999-2006.

Prima di iniziare la lettura di questo libro, ci si potrebbe porre la domanda se, al di là della matrice unica dell’A., esiste un fil rouge che possa guidare il lettore attraverso i diversi documenti. La risposta si trova nelle pagine della Prefazione – scritta a quattro mani da Maurizio Sella, presidente dell’Istituto «Luigi Einaudi», e da Antonio Patuelli, presidente dell’Abi –, in cui si afferma: «Elemento fondamentale dei ragionamenti di Ciampi è stato il riconoscimento della natura imprenditoriale delle attività bancarie in concorrenza tra loro».

Un elemento che, da un lato, giustifica l’attenzione riservata alle importanti trasformazioni del sistema creditizio succedutesi negli ultimi 20 anni del secolo scorso e, dall’altro, si coniuga con le spinte di integrazione europea verificatesi nello stesso periodo: spinte che poi avrebbero portato alle nuove significative tappe del percorso unitario continentale registrate in questo scorcio di secolo.

Scorrono così pagine dense di riflessioni, che spaziano dall’analisi congiunturale a quella strutturale, e dagli appropriati e incisivi riferimenti nazionali a quelli internazionali. È una lettura stimolante, da cui si possono trarre insegnamenti fondamentali per una crescita sana e virtuosa della nostra democrazia, oltreché, naturalmente, dell’economia nazionale, collocata in un’ottica europea.

Il volume è arricchito da un profilo di Ciampi tratteggiato da Pier Luigi Ciocca, che è stato suo collaboratore, e da una Postfazione dell’ex ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan, che ne ricorda e sottolinea il richiamo costante all’etica della responsabilità, ai valori della memoria, della giustizia e della libertà.