APOCALISSE

Il sesto volume della collana «Accènti» di Civiltà Cattolica

22 novembre 2018

La rivista dei gesuiti ripubblica 11 suoi saggi per decostruire la retorica apocalittica che accompagna tanta informazione e comunicazione politica di questo tempo. Cosa significa davvero il termine «apocalisse»?

Che cosa significa davvero e quale prospettiva di futuro, in termini positivi, è racchiusa nel termine apocalisse?

La Civiltà Cattolica ha raccolto, in un nuovo volume della collana di monografie digitali «Accènti», 11 saggi apparsi nel corso degli anni sulla rivista, che ruotano attorno alla parola-chiave «apocalisse». Essi ci aiutano a entrare nelle pieghe dei significati di questo termine: prima in ascolto della Bibbia; poi osservando le risonanze che essa ha avuto a livello culturale e in alcune specifiche opere che ne trattano, tra teatro, letteratura e cinema; e infine facendone emergere la sfida politica che essa racchiude oggi.

Apocalisse nella letteratura cristiana indica una rivelazione di cose nascoste da Dio a un profeta scelto. Nel linguaggio comune è passato a indicare qualsiasi evento di grande calamità. La storia di questo termine dunque vive di questi due significati: rivelazione e catastrofe. Grazie a questa sovrapposizione e compenetrazione di significati, parlare di apocalisse significa parlare del significato della realtà, del suo stesso valore, delle sfide che la accompagnano, davanti a una rivelazione che ne sveli il senso o davanti alla sua fine. Ci parla dunque del futuro in maniera radicale.

Rivolgendosi ai partecipanti al Convegno ecclesiale di Firenze nel 2015, in un discorso che merita di essere ripreso e meditato in più punti, papa Francesco disse tra le altre cose: «Si può dire che oggi non viviamo un’epoca di cambiamento quanto un cambiamento d’epoca». Tale cambiamento d’epoca è un tempo «apocalittico»?

Il volume include i contributi del direttore, p. Antonio Spadaro, che firma anche la presentazione; e poi di p. Giovanni Arledler, p. Paul Dominic, p. Virgilio Fantuzzi, Marcelo Figueroa, p. Jean Galot, p. Marc Rastoin. E, con una menzione particolare, presenta anche due articoli di p. Gottardo Blasich e p. Ugo Vanni, recentemente scomparsi.

«Accènti» è la collana di e-book curati dalla rivista dei gesuiti, che raccolgono, attraverso parole-chiave ispirate dall’attualità, il patrimonio di contenuti e riflessioni accumulato sin dal 1850 da La Civiltà Cattolica. Il volume «Apocalisse» è acquistabile sul nostro sito (in formato PDF) e sulle nostre applicazioni per tablet e smartphone. Disponibile per l’acquisto, anche in formato cartaceo (sullo store Amazon).

Gli «Accènti» della «Civiltà Cattolica»

La Civiltà Cattolica ha 168 anni di storia, ma vive sempre in un presente inquieto, carico di desideri e tensioni, di problemi e speranze. Più volte è accaduto a noi scrittori e ai nostri lettori di fare ricerche nei nostri...