I 4.000 numeri di Civiltà Cattolica, la rivista «barometro della Chiesa»

corriere.it · 12/02/2017

Nato per difendere il traballante potere temporale dei Papi, il giornale dei Gesuiti si è imposto in 167 anni come avanguardia dello schieramento cattolico e punto di riferimento di tutta la cultura, da Gramsci a Spadolini. E oggi diffonde l’invito del Papa (gesuita) «a uscire in missione, a non aggrapparsi a certezze e sicurezze». Perché, spiega il direttore Spadaro, «un cattolicesimo intransigente e identitario è la necrosi del cristianesimo»

Leggi tutto

Correlati

Papa Francesco incontra «La Civiltà Cattolica» in occasione della pubblicazione del fascicolo 4000

Giovedì 9 febbraio, alle ore 10,10, papa Francesco ha ricevuto in udienza, nel suo studio del Palazzo apostolico, il p. Arturo Sosa, Preposito generale della Compagnia di Gesù, e il p. Antonio Spadaro, direttore de «La Civiltà Cattolica». Dopo questo...

Discorso del Santo Padre Francesco alla comunità de "La Civiltà Cattolica"

Cari scrittori del Collegio della Civiltà Cattolica, cari collaboratori laici, sono contento di incontrarvi insieme agli altri gesuiti della Comunità, alle suore e a tutti coloro che collaborano con voi nella vita della rivista e nell’amministrazione della casa nella quale...

Quattromila quaderni de «La Civiltà Cattolica»

Da 167 anni, cioè sin dal 1850, La Civiltà Cattolica intende offrire ai suoi lettori la condivisione di un’esperienza intellettuale illuminata dalla fede cristiana e profondamente innestata nella vita culturale, sociale e politica dei nostri giorni. Con il presente quaderno...