morte_cucci

GIOVANNI CUCCI

LA MORTE. Cifra dell’esistere umano

4,50

La morte si presenta come una tematica che inquieta e insieme affascina: basti pensare alla sua presenza in film, musiche, romanzi. Nello stesso tempo viene sempre più rimossa dall’immaginario quotidiano, considerata come un accadimento che riguarda solo altri.

In queste pagine dopo aver presentato alcune conseguenze di questa rimozione, si cercano di delineare i possibili passi che caratterizzano l’elaborazione del lutto, prendendo spunto da un testo letterario, il Diario di un dolore scritto da C.S. Lewis in seguito alla morte della moglie.

In questo piccolo libro, l’autore, oltre a indicare il valore terapeutico della scrittura, riconosce che per il lavoro del lutto sono indispensabili due cose: un punto fermo, l’esperienza di senso, che la morte scuote ma non può distruggere, e la vicinanza al dolore altrui.

Categoria: