WIKI. UTOPIE E LIMITI DI UNA FORMA DI «INTELLIGENZA COLLETTIVA»

Quaderno 3722

pag. 130

Anno 2005

Volume III

Il lettore immagini di navigare in internet e di far ricorso a un’enciclopedia «aperta», a cui in ogni momento persone interessate (anche uno dei suoi utenti) aggiungono voci, spiegazioni, documenti, collegamenti, e i cui contenuti possono essere distribuiti liberamente o tradotti senza vincolo di diritto d’autore. In tal modo il nostro lettore avrebbe una prima idea di cosa sia un wiki e, in particolare, Wikipedia, il wiki più noto della Rete. Esso è alimentato da un’utopia: la democrazia assoluta del sapere e una collaborazione di molte intelligenze capace di dar vita a una sorta di «intelligenza collettiva». Questa utopia ha nell’inaffidabilità e nel relativismo il suo tallone di Achille.

Acquista il Quaderno