UNA PANORAMICA SUL «TERZO POLO» POLITICO

Quaderno 3620

pag. 179

Anno 2001

Volume II

Si cerca di esporre le posizioni programmatiche di quei partiti che hanno scelto di non far parte di alcuna coalizione e che quindi o dichiarano di voler «occupare» il centro dello schieramento (Democrazia Europea, di Sergio D’Antoni e Giulio Andreotti, e l’Italia dei valori, di Antonio di Pietro) o non sono riusciti a raggiungere un accordo con una delle coalizioni (i radicali della Lista Bonino, il MSI-Fiamma Tricolore, di Pino Rauti, il Partito della Rifondazione Comunista, di Bertinotti). Soltanto Rifondazione Comunista è quasi sicura di superare il 4% nella lista proporzionale, che dà diritto all’assegnazione di alcuni seggi, sempre nel proporzionale, e, secondo alcuni, anche l’Italia dei valori riuscirà a raggiungere tale traguardo. Ma una tale avventura elettorale è una scommessa, perché l’attuale legge elettorale penalizza i partiti che si presentano da soli.

Acquista il Quaderno