UN PAPA TEDESCO E ROMANO: BENEDETTO XVI. I PRIMI INTERVENTI

Quaderno 3717

pag. 209

Anno 2005

Volume II

Il card. Joseph Ratzinger, divenuto Papa Benedetto XVI, nell’arco di una settimana ha pronunciato tre importanti discorsi. Nell’omelia della Messa Pro eligendo Pontifice (18 aprile) ha dichiarato che alla dittatura del relativismo è necessario opporre una fede matura. Dopo la prima Messa concelebrata con i cardinali nella Cappella Sistina (20 aprile) ha affermato il suo impegno a continuare l’azione di Giovanni Paolo II nell’applicazione del Concilio Vaticano II e nella promozione del dialogo ecumenico e con tutti gli uomini e le donne del nostro tempo. Infine nella concelebrazione in piazza San Pietro per l’inizio del pontificato (24 aprile) ha indicato nel simbolismo del pallio e dell’anello del pescatore, appena ricevuti, il significato della sua missione di pastore del gregge di Cristo.

Acquista il Quaderno