UN GRANDE MISSIONARIO: GUGLIEMO MASSAJA

Quaderno 3816

pag. 561

Anno 2009

Volume II

20 giugno 2009

Nel bicentenario della nascita (8 giugno 1809) si moltiplicano le iniziative per far conoscere questo grande missionario troppo a lungo dimenticato. Dopo brevi cenni sulla vocazione cappuccina del Massaja, l’articolo descrive il realizzarsi del suo anelito missionario tra le popolazioni Orono-Galla dell’Alta Etiopia, con le innumerevoli e rocambolesche sue imprese evangelizzatrici. Una missione spesso ostacolata non solo da un vescovo copto e dagli islamici, ma anche dalle superstizioni presenti tra i Galla. Si fa cenno, infine, alla strumentalizzazione fascista dell’opera massaiana, che gettò ombre su questo grande missionario, anche ritardandone la causa di beatificazione.

Acquista il Quaderno