UCRAINA: POSSIBILI SOLUZIONI DEL CONFLITTO

Quaderno 3938

pag. 146

Anno 2014

Volume III

Per mesi la comunità internazionale è sembrata impotente di fronte a una Ucraina sempre più profondamente lacerata e divisa. Una riconfigurazione della regione si è avuta con la nuova indipendenza della Crimea e con la guerra nell’est del Paese. Dietro questo conflitto c’è una lunga storia di identità. La linea di demarcazione tra civiltà occidentale e civiltà ortodossa è il corso del Dniepr, che divide il territorio. Si sono create tensioni tra le due parti del Paese: quella vicina alla Russia e quella favorevole all’Unione europea. I fattori economico e geopolitico sono molto importanti, con le forniture di gas o la tutela del porto di Sebastopoli in Crimea. Malgrado l’instabilità, le elezioni presidenziali del maggio 2014 hanno portato al potere Petro Poroshenko, il quale ha proposto un piano per uscire dalla crisi. Dovrà trovare una formula politica stabile per il suo Paese: questa potrebbe essere un tipo originale di federalismo.

Acquista il Quaderno