SOLO UNA «MISCELA DI ACQUA E CARBONIO»? IN MARGINE A UNA «LETTERA APERTA» SULL’OMICIDIO TRINTIGNANT

Quaderno 3680

pag. 153

Anno 2003

Volume IV

Il 28 luglio scorso la rockstar Bertrand Cantat ha picchiato selvaggiamente la sua convivente, l’attrice Marie Trintignant, che è morta cinque giorni dopo. Tra le numerose reazioni a questo fatto di cronaca è apparsa sul supplemento musicale de la Repubblica una lettera aperta, a firma di Andrea Satta, emblematica di un modo fatalista e vittimista di intendere la vita umana e il suo destino. La Nota commenta questa lettera, concludendo che soltanto all’interno di uno spazio di libertà autentica può maturare il desiderio di una vita creativa e responsabile.

Acquista il Quaderno