SITUAZIONE INCERTA IN BOSNIA ED ERZEGOVINA

Quaderno 3850

pag. 400

Anno 2010

Volume IV

Lo scorso 3 ottobre in Bosnia ed Erzegovina si è tenuta la sesta consultazione elettorale generale dal 1996. Le elezioni hanno prodotto alcune novità, ma si è pure confermato lo stallo politico e il timore che le attese riforme costituzionali saranno ancora difficili. Il seggio musulmano alla presidenza tripartita è andato al centrista Bakir Izetbegovi? considerato un moderato e disposto al dialogo con i serbi. L’etnia croata si ritiene mal rappresentata, perché il suo seggio presidenziale è stato vinto con i voti musulmani. Tra le molte difficoltà di convivenza, è però comune a tutti i bosniaci l’aspirazione a entrare nell’Unione Europea. La comunità internazionale sembra favorire questo passo in modo unanime, ma probabilmente nel 2011 il Paese sarà ancora sotto il protettorato internazionale deciso dagli accordi di pace di Dayton nel 1995.

Acquista il Quaderno