«SI È PIÙ BEATI NEL DARE CHE NEL RICEVERE» RIFLESSIONI ANTROPOLOGICHE E TEOLOGICHE SU AT 20,35

Quaderno 3922

pag. 313

Anno 2013

Volume IV

«Si è più beati nel dare che nel ricevere». Paolo negli Atti attribuisce a Gesù queste parole, che però non si trovano nei Vangeli. Si tratta tradizionalmente di un agraphon, un detto di Gesù «non scritto», ma che riflette il suo pensiero. Sull’origine e sul significato di questo detto sono state proposte diverse interpretazioni: l’eco di un racconto di Tucidide o di un proverbio greco; il tema del dono collegato con il dono di sé che fanno Gesù e Paolo mossi dallo Spirito; il primato della gratuità indipendentemente dall’accoglienza del dono; l’invito al dono rivolto anche ai poveri; l’importanza del ricevere come premessa al donare; la gioia del Padre nel ricevere l’offerta del Figlio e quella ancora più grande di ridargli la vita.

Acquista il Quaderno